Bandi

Bandi Faila Ebat

Faila Ebat fornisce integrazioni e prestazioni a tutti i Lavoratori e Lavoratrici occupati nelle imprese agricole della provincia di Taranto, che applicano i Contratti Collettivi Provinciali ed in regola con i versamenti contributivi, in conformità a quanto previsto dal Contratto Provinciale di Lavoro di Taranto.

Anche le imprese agricole, in regola con il versamento dei contributi all’Ente Bilaterale Territoriale Agricolo di Taranto (CAC provinciale e FIMI), possono godere delle prestazioni del Faila Ebat.

Bandi attivi

Bando
­
Allegato A
Allegato B

La Provincia di Taranto intende dare avviso per il trasporto di lavoratori agricoli quale azione di contrasto al fenomeno del caporalato.

Art. 1 “Oggetto dell’avviso pubblico”

In data 5 dicembre u.s. con la Prefettura di Taranto è stato sottoscritto il “Piano d’azione per la tutela dello sviluppo agricolo ed il contrasto al caporalato”, con le finalità di promuovere la legalità e la sicurezza nei rapporti di lavoro, diffondere le buone pratiche anche ai fini dell’inserimento delle aziende agricole in reti di qualità, prevenire e contrastare le attività illecite in danno del sistema produttivo agricolo, attivare nuove iniziative finalizzate all’introduzione sperimentale del servizio di trasporto gratuito per i lavoratori agricoli per l’itinerario casa/lavoro.

Con il presente Avviso pubblico si intende offrire un contributo alle imprese agricole che nel rispetto dell’Art.21 del vigente Contratto Provinciale di Lavoro per gli operai agricoli prevedano la copertura del trasporto dalla abitazione al posto di lavoro. Tale contributo si quantifica secondo quanto specificato oltre, con un buono del valore unitario di € 5,00 per giornata di lavoro.

Art. 2 “Modalità operativa di realizzazione”

Le Aziende interessate, aventi i requisiti del successivo art. 5, possono presentare l’apposita domanda di cui all’allegato B) tramite posta elettronica certificata agli indirizzi protocollo.generale@pec.provincia.taranto.gov.it, e contemporaneamente per conoscenza alla Pec dell’Ente Bilaterale Agricolo failaebat.ta@legalmail.it, a far data dal 01/10/2019 e sino al 31.12.2020. Le domande saranno evase seguendo l’ordine cronologico di presentazione, sino ad esaurimento delle risorse. Ciascuna Azienda dovrà autocertificare di essere iscritta nella Rete di Lavoro Agricolo di Qualità, ovvero produrre l’allegato B) debitamente sottoscritto da tutti i soggetti che compongono l’Ente Bilaterale. Inoltre, ciascuna Azienda dovrà produrre autocertificazione di essere in grado di organizzare autonomamente il servizio di trasporto (con personale in proprio), ovvero apposito contratto di trasporto con aziende iscritte nell’apposito elenco provinciale.

Art. 3 “Compenso economico”

Ciascuna impresa istante potrà richiedere sino a un massimo di 60 (sessanta) buoni giornalieri dal valore di € 5,00 per un massimo di 26 (ventisei) giornate lavorative per un importo massimo per azienda di euro 7.800,00. Le imprese interessate possono prenotare buoni di trasporto per tutti i lavoratori agricoli stagionali che siano da impiegare, in regola con la normativa lavoristica e di legislazione sociale, nell’ambito del territorio provinciale.

L’impegno delle somme da parte della Amministrazione Provinciale determinerà la prenotazione al pagamento dei singoli buoni giornalieri. Le Aziende provvederanno a rendicontare le singole giornate lavoro attraverso la trasmissione, entro la data di scadenza del bando, dell’elenco nominativo dei lavoratori agricoli impegnati nel bando pubblico.

Art. 4 “Durata”

Gli interventi di cui al presente Avviso avranno la durata massima di n. 26 (ventisei) giornate lavorative per Azienda. Le risorse saranno assegnate sino ad esaurimento e comunque non oltre il 31.12.2020.

Art. 5 “Requisiti di partecipazione”

Possono aderire al presente Avviso pubblico le Aziende Agricole che operano in provincia di Taranto, che abbiano attivato in proprio (o che abbiano stipulato regolare contratto), il servizio di trasporto degli operai agricoli presso la sede di lavoro. Tali Aziende dovranno essere in regola con i requisiti di ordine normativo ed etico rispetto al lavoro svolto ed in particolare le stesse dovranno:
– essere iscritte nella Rete del “Lavoro Agricolo di Qualità”;
– ovvero essere certificate da apposito Ente Bilaterale secondo quanto previsto nell’Allegato B).

Art. 6 “Domanda di partecipazione”

La domanda di partecipazione dovrà essere redatta secondo l’Allegato A) e corredata di tutti gli allegati: autocertificazione di essere iscritta nella Rete di Lavoro Agricolo di Qualità, ovvero certificazione dell’Ente Bilaterale secondo quanto previsto nell’allegato B). L’Ente Bilaterale nello specifico certifica la regolarità dei versamenti effettuati dall’Azienda presso l’Ente stesso, secondo quanto previsto dall’art. 9 del CPL (Contratto Provinciale di lavoro della Provincia di Taranto); altresì l’Azienda dovrà allegare la certificazione della regolarità contributiva (DURC) in corso di validità.

Alla domanda dovranno essere inoltre allegatati l’autocertificazione redatta ai sensi del DPR 445/2000 di essere in grado di organizzare autonomamente il servizio di trasporto (con personale in proprio), ovvero contratto di trasporto sottoscritto con azienda iscritta nell’apposito elenco provinciale di aziende autorizzate al trasporto di persone.

Art. 7 “Modalità di prenotazione dei contributi”

Le domande saranno evase seguendo l’ordine cronologico di presentazione, sino ad esaurimento delle risorse. Settimanalmente l’Amministrazione Provinciale stilerà l’elenco delle domande ammesse a contributo notificandone l’esito alle Aziende interessate.

Art. 8 “Pubblicità ed informazioni”

Del presente Avviso pubblico la Provincia di Taranto darà pubblicità mediante pubblicazione sul sito web istituzionale www.provincia.taranto.it – sezione Avvisi pubblici, sul sito istituzionale del Faila Ebat www.failaebat.it, nonché tramite le Associazioni di categoria.

Art. 9 “Responsabile del Procedimento”

Il Responsabile del Procedimento del presente Avviso è Rag. Lucia Paciulli ( tel. 0994587281- indirizzo e-Mail: lucia.paciulli@provincia.ta.it).

Art. 10 “Trattamento dei dati”

Tutti i dati dei quali la Provincia di Taranto entra in possesso a seguito del presente Avviso pubblico, saranno trattati per le finalità dell’Avviso stesso e nel rispetto del Codice in materia di protezione dei dati personali di cui al D.Lgs. n. 196/2003 e ss.mm.ii.

Per ogni informazione relativa al presente bando è possibile rivolgersi agli uffici FAILA-EBAT – Ente Bilaterale Agricolo, Piazzale Bestat n°5-Taranto – tel.099/7366576

Bando
­ 
Modulo

Art.1 DEFINIZIONE DEL CONTRIBUTO

L’Ente Bilaterale FAILA-EBAT, nell’ambito dei propri compiti statutari di Assistenza ai lavoratori agricoli e ai titolari o loro familiari appartenenti al nucleo di aziende agricole, ha istituito la forma di Assistenza ‘Contributo Economico per la genitorialità’.

Il contributo economico è finalizzato ad assistere i lavoratori agricoli e ai titolari o loro familiari appartenenti al nucleo di aziende agricole nel momento in cui diventa genitore. Il contributo non è cumulabile, per lo stesso figlio, con le forme di indennizzo obbligatorio di cui alla normativa vigente per la tutela della maternità. Il beneficio assistenziale viene concesso per gli importi deliberati annualmente dal Comitato di Gestione del FAILA-EBAT, fino all’esaurimento delle somme stanziate. Qualora pervenissero domande in eccedenza allo stanziamento annuale, i contributi verranno erogati sulla base di una graduatoria costituita secondo i criteri di cui all’articolo 4 del presente bando.

Art. 2 – DOMANDA

La domanda dovrà essere presentata entro 60 giorni dall’ingresso del figlio nel nucleo familiare. L’inoltro dovrà avvenire solo ed esclusivamente per raccomandata o PEC all’indirizzo failaebat.ta@legalmail.it

Documenti da allegare:

– certificato di nascita del nascituro (o documento sostitutivo che attesti la presenza del minore in famiglia in caso di adozione);
– autocertificazione attestante la composizione del nucleo familiare;
– copia del provvedimento di adozione o affidamento preadottivo;
– copia del codice fiscale del nascituro;
– fotocopia fronte e retro del documento d’identità;
– cedolino paga del dipendente e/o copia denuncia aziendale della ditta;

Deve essere presentata una domanda per ogni figlio che entri nel nucleo familiare. Nel caso di ingresso contemporaneo di più figli, deve essere presentata una unica domanda.

3 – REQUISITI

Il contributo è corrisposto ai lavoratori agricoli che hanno prestato attività lavorativa nella Provincia di Taranto e ai titolari o loro familiari delle aziende agricole ricadenti nel territorio della Provincia di Taranto iscritti presso gli elenchi previdenziali INPS alla data dell’evento, purché in regola con gli adempimenti contributivi nei confronti dell’Ente stesso. In virtù dei previsti requisiti di regolarità necessari all’accesso al presente bando, in caso di domande riguardanti posizioni non in regola con i versamenti dei contributi FIMI e CAC, il richiedente dovrà procedere preventivamente alla relativa regolarizzazione. In caso di mancata regolarizzazione dei contributi nei confronti dell’Ente non sarà possibile dare ulteriore corso alla domanda, con conseguente rigetto della stessa.

Art. 4 – ENTITÀ DELL’ INDENNITÀ E GRADUATORIA

Il presente bando riguarda le domande presentate nell’anno 2019 vale a dire dal 01/01/2019 al 31/12/2019. Per tali domande è prevista una indennità fissa “una tantum” pari a 500,00 euro lordi. Qualora il numero di domande validamente presentate originasse una spesa superiore allo stanziamento deliberato dal Comitato di Gestione per il periodo, si procederà ad erogare i contributi in base alla data di protocollo di presentazione della domanda.

Art. 5 – INFORMAZIONI

Per ogni informazione relativa al presente bando è possibile rivolgersi agli uffici FAILA-EBAT – Ente Bilaterale Agricolo, Piazzale Bestat n°5-Taranto – tel.099/7366576

Bando
­ 
Modulo

Il Comitato di Gestione dell’ENTE BILATERALE AGRICOLO FAILA — EBAT di Taranto, eroga ai lavoratori agricoli che abbiano prestato attività lavorativa alle dipendenze di aziende agricole, con sede di lavoro in Provincia di Taranto una indennità integrativa di malattia o di infortunio, nel rispetto delle norme previste dal contratto provinciale del lavoro della provincia di Taranto.
Tale indennità viene corrisposta esclusivamente a quei lavoratori per i quali sia stata regolarmente versata la relativa contribuzione dai datori di lavoro, in conformità a quanto previsto dal Contratto Provinciale di Lavoro di Taranto.
Per ottenere l’indennità integrativa, i lavoratori interessati devono presentare apposita domanda per ogni anno di competenza.

La domanda dovrà contenere, pena la nullità, I’indicazione del periodo lavorativo, i dati dell’azienda presso cui ha lavorato, la documentazione dell’ente competente INPS o INAIL, comprovante il periodo di malattia o di infortunio con il relativo cedolino di liquidazione delle giornate indennizzate, nonché del documento di riconoscimento e codice fiscale.

Le domande possono essere presentate anche tramite le Organizzazioni o i Patronati di appartenenza, presso la sede dell’ ENTE BILATERALE AGRICOLO FAILA — EBAT, Piazzale Bestat, 5 (V piano).

Le domande relativamente all’anno di competenza devono essere presentate entro il 30 giugno dell’anno successivo.

Le domande pervenute oltre il termine di cui sopra e/o sprovviste della documentazione richiesta saranno archiviate d’ufficio.

Bando
­ 
Modulo

In attuazione delle sue finalità istituzionali l’Ente Bilaterale FAILA-EBAT di Taranto istituisce n.10 (dieci) borse di studio del valore di 1.000,00(miIIeI00) euro ciascuna, destinate ai giovani laureati.

Il bando prevede rassegnazione di una borsa di studio per laurea magistrale.

REQUISITI DI AMMISSIONE E CRITERI DI EROGAZIONE

Possono concorrere i figli dei datori di lavoro agricoli il cui centro aziendale ricade nella Provincia di Taranto e dei lavoratori agricoli che hanno prestato la propria prestazione lavorativa in Provincia di Taranto.

I candidati devono rispettare i seguenti requisiti:

  • abbiano conseguito o conseguano – entro il 31/12/2018 – diploma di laurea con votazione uguale o maggiore a 105/110;
  • siano residenti nella Provincia di Taranto.

Il bando scade il 30/04/2019.
L’assegnazione avrà luogo entro il 31/12/2019.
L’esito dell’assegnazione sarà reso noto mediante PEC.
I soli vincitori saranno avvisati direttamente.

PRESENTAZIONE DOMANDE

Il candidato deve inviare, esclusivamente a mezzo raccomandata, PEC o corriere espresso, all’ Ente Bilaterale FAILA-EBAT, Via Dante-Piazzale Bestat n°5 – 74121 Taranto, entro e non oltre il 30/04/2019, la domanda di partecipazione firmata in originale, in carta libera, allegando:

  • curriculum;
  • copia del diploma di laurea o documentazione comprovante la votazione di laurea;
  • autocertificazione residenza, fotocopia di carta di identità e codice fiscale;
  • ogni altro titolo utile (UNILAV e busta paga per i figli dei lavoratori agricoli), (Certificato di regolarità Contributiva DURC), per i figli dei datori di lavoro agricolo.

Per il termine farà fede il timbro postale o del corriere. Non è ammessa la consegna di persona.

Non saranno ammesse alla valutazione domande incomplete o prive, anche parzialmente, dei documenti richiesti o della compilazione del modulo on line.

MODALITÀ DI VALUTAZIONE

Le borse di studio saranno assegnate a insindacabile giudizio del Comitato di Gestione del FAILA-EBAT di Taranto.
Il Comitato di Gestione, dopo una prima selezione delle domande, si riserva la possibilità di chiamare i candidati a sostenere un colloquio.

Dichiarazioni non veritiere su elementi determinanti ai fini della concessione della borsa di studio comportano la non assegnazione o la revoca della stessa, con l’obbligo della restituzione delle somme eventualmente già riconosciute.

L’importo delle borse di studio e lordo,  omnicomprensivo di ritenute di legge, oneri previdenziali e ogni altra spesa. La domanda di partecipazione e libera e gratuita. La borsa di studio potrà essere assegnata una sola volta. La documentazione inviata non sarà restituita.

Bando
­ 
Modulo

E’ indetto bando di concorso per l’erogazione, di un contributo, pari a Euro 10,00 a lavoratore, nei limiti dell’apposito fondo annuale, sulle spese sostenute dalle imprese agricole per sottoporre i lavoratori a visita medica preventiva (D.Lgs. 9 aprile 2008, n.81 e successive modifiche e integrazioni).

Il bando è riservato alle imprese agricole, costituite con qualsiasi forma giuridica prevista, operanti e iscritti nei ruoli I.N.P.S. della provincia di Taranto che applicano il C.C.N.L. degli operai agricoli e florovivaisti nonchè il relativo Contratto Provinciale di lavoro per la Provincia di Taranto.

Per aver diritto al contributo è necessario che all’atto della presentazione della domanda ricorrano le seguenti condizioni:

a) nell’anno cui si riferisce la richiesta di CONTRIBUTO, l’impresa agricola operi e sia iscritta nei ruoli dell’INPS della Provincia di Taranto;

b) l’impresa agricola sia in regola con il versamento dei contributi a||’Ente Bilaterale Territoriale Agricolo di Taranto (CAC provinciale e FIMI), negli ultimi cinque anni;

c) l’impresa Agricola sia in regola con gli adempimenti nel settore agricolo in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro previsti dal D.|gs.9 aprile 2008 n.81 e successive modifiche e integrazioni;

d) l’impresa che intende chiedere il contributo, deve inoltrare direttamente al FAILA-EBAT, a mezzo raccomandata A/R o PEC o per tramite delle organizzazioni cui abbia conferito regolare mandato, apposita domanda, utilizzando il modello allegato,compilata correttamente con tutti gli elementi richiesti, entro e non oltre il 30.04.2019;

e) il pagamento sarà erogato a mezzo bonifico bancario una volta verificato da parte dell’Ente i requisiti richiesti e il pagamento della fattura relativa al costo complessivo delle visite mediche effettuate.

Nella domanda l’impresa dovrà attestare:

  1. che nell’anno in cui si riferisce la richiesta, sia operante ed iscritta a||’|NPS della Provincia di Taranto;
  2. che l’impresa sia in regola, negli ultimi cinque anni, con il versamento dei contributi all’Ente Bilaterale Territoriale FAILA-EBAT di Taranto;
  3. che l’impresa agricola sia in regola con il rispetto delle norme del CCNL e CPL (Contratto Nazionale e Provinciale di lavoro);
  4. l’elenco dei lavoratori sottoposti a visita medica e relativa dimostrazione del rapporto di lavoro con essi.

Alla domanda dovrà essere allegata:

a) fattura, debitamente quietanzata, delle spese sostenute per sottoporre a visita medica preventiva i lavoratori.

Non saranno prese in considerazione le domande presentate oltre i termini stabiliti, carenti dei requisiti previsti dal bando e/o incomplete della documentazione allegata.